Quali luoghi visitare a Firenze in una vacanza della durata di due o tre giorni

Quali luoghi visitare a Firenze in una vacanza della durata di due o tre giorni

Tra le molte città d’arte presenti in Italia Firenze, con i suoi musei, i suoi importanti palazzi storici e i suoi monumenti a cielo aperto rientra sicuramente tra le città più visitate e apprezzate dai turisti di ogni nazionalità., per visitare interamente il capoluogo toscano e godere delle bellezze artistiche presenti sul territorio servirebbe avere a disposizione molto tempo. Ma se la vacanza dura solo due o tre giorni quali luoghi si possono visitare? Dove si può pernottare e quali sono i cibi tradizionali che si possono magiare? Vediamolo insieme in questo articolo.

I luoghi e i Musei che si possono visitare a Firenze

Nel cuore della città di Firenze, proprio davanti a Santa Maria del Fiore sorge il caratteristico Duomo che colpisce il visitatore grazie alla sua facciata realizzata in marmo verde e bianco, con il suo antico Battistero del IV secolo, con la Cupola realizzata dal Brunelleschi e che in città, in altezza, non possiede rivali e con il Campanile progettato da Giotto.

Un altro luogo caratteristico di Firenze è il Ponte Vecchio dove fino al 1565, prima che venisse realizzato il Corridoio Vasariano degli Uffizi, ospitava le botteghe dei verdurai e dei macellai che vennero allontanati per lasciare il posto agli orafi e agli artigiani che hanno i loro negozi sul Ponte ancora ai giorni nostri. Una visita sicuramente la merita senza ombra di dubbio anche l’imponente trecentesco Palazzo Vecchio sito in Piazza della Signoria, dove davanti all’ingresso si può ammirare una copia della statua del David di Michelangelo.

Nel proprio itinerario non può mancare la Cappella Brancacci sita nella Chiesa di Santa Maria del Carmine, in questo luogo si possono ammirare gli affreschi realizzati da Masolino e Mesaccio, il maestro e l’allievo che hanno affrescato la Cappella per ordine di Felice Brancacci.

Un altro luogo da visitare è la Basilica di Santa Croce che al suo interno ospita le spoglie di Galileo Galilei, Ugo Foscolo, Vittorio Alfieri, Gioacchino Rossini, Antonio Canova, Niccolò Macchiavelli e il cenotafio di Dante Alighieri, che morto in esilio è seppellito nella città di Ravenna. Oltre a visitare le tombe dei grandi personaggi italiani nella Basilica di Santa Croce si possono anche vedere le cappelle affrescate da Giotto e nella Cappella dei Pazzi, famosa per la congiura dove Lorenzo il magnifico venne ferito e Giuliano de Medici assassinato, è custodito il crocifisso di Cimabue.

Un’altra Chiesa caratteristica della città di Firenze è quella di Santa Maria Novella costruita e realizzata in marmo verde, nero e bianco nel 1278 dai Frati Domenicani, al suo interno oltre alla sua opera più importante e famosa della Trinità del Masaccio si possono trovare gli affreschi di Filippino Lippi nella Cappella Strozzi, il crocifisso di Giotto nella navata principale, il crocifisso del Brunelleschi nella Cappella Gondi e il ciclo affrescato del Ghirlandaio nella Cappella Maggiore.

Per quanto riguarda i musei si può andare a visitare la Galleria dell’Accademia dove oltre ad ospitare al suo interno la famosissima statua originale del David di Michelangelo detiene altre numerosissime opere e sculture del genio fiorentino e non solo. Infine ovviamente non può mancare una visita al famoso Museo Uffizi che al suo interno ospita numerosi quadri di Caravaggio, Cimabue, Giotto, Leonardo Da Vinci, Botticelli, Duccio di Bonisegna, Perugino, Signorinelli e Duer.

Dove pernottare e quali cibi tradizionali mangiare a Firenze

Vista l’alta affluenza di turisti la città di Firenze offre una vasta scelta di Hotel, pensioni, B&B e camere per prenotare il pernottamento con una buona qualità prezzo, un notevole risparmio inoltre si ha soprattutto se si decide di alloggiare in strutture lontane dal centro.

Invece per mangiare si può approfittare della vasta scelta dei piatti della tradizione fiorentina, che vanno dalla famosissima bistecca che non deve pesare meno di 1,2 kg e va gustata al sangue, oppure se si preferiscono i primi si può scegliere tra la ribollita e la pappa di pomodoro mentre per i vini si possono degustare il Brunello, il Montepulciano e il Chianti.

Marco

Puoi leggere anche

Leggi anche x