Pensionati Enasarco: come richiedere la cessione del quinto

Pensionati Enasarco: come richiedere la cessione del quinto

Quello della “cessione del quinto” risulta ormai essere una delle tipologie di prestito più apprezzate da chi si trova a rivolgersi ad enti finanziari per ottenere una determinata cifra. Si tratta appunto di una trattenuta sullo stipendio che riguarda, in genere, i lavoratori dipendenti. Da qualche tempo, invece, anche i pensionati Enasarco possono richiedere la cessione del quinto; essi sono ex agenti e rappresentanti di commercio.

Si tratta senza dubbio di una metodologia che dà tranquillità al debitore, in quanto vi è la certezza di non dover tenere a mente scadenze o di non avere denaro a sufficienza per poter saldare la somma della rata, in quanto la stessa viene direttamente sottratta dalla pensione. Questo tipo di prestito viene definito “prestito con cessione del quinto” proprio perchè la cifra massima che può essere prelevata dalla pensione mensilmente, non può superare il quinto della stessa, garantendo al debitore una vita dignitosa e la certezza di coprire le spese ordinarie.

Pensionati Enasarco: i requisiti per ottenere un prestito con cessione del quinto

Affinché un pensionato Enasarco possa ottenere un prestito con cessione del quinto, sono necessari alcuni particolari requisiti. Tra i più importanti è di fondamentale importanza che lo stesso sia regolarmente iscritto all’Enasarco, ovvero a quell’ente di previdenza nazionale dedicato ai rappresentanti e agli agenti di commercio. Il secondo requisito è che la pensione di chi richiede il prestito sia più alta della minima, proprio per la legge che tutela la salvaguardia della pensione. Calcolando che la cifra mensile non può superare il quinto della pensione, è importante che la stessa non sia inferiore a 513,01€.

Per quanto riguarda l’età massima entro la quale è possibile effettuare una richiesta di prestito, di norma gli istituti di finanziamento stabiliscono i 79 come limite massimo, ma in alcuni casi e soltanto per alcuni enti la stessa può anche essere estesa fino ai 90 anni. E’ importante quindi effettuare una ricerca preventiva per cercare l’ente più idoneo, in base alle proprie esigenze e necessità specifiche.

La differenza con la cessione del quinto INPS

Tra i prestiti INPS e Enasarco esistono diverse differenze, ma una delle più importanti consiste nel fatto che al contrario dei prestiti INPS, i pensionati appartenenti all’Enasarco hanno la possibilità di richiedere una somma in prestito anche se la loro pensione è di inabilità o invalidità.

Se si hanno già prestiti in corso, è possibile richiedere l’unificazione degli stessi con il nuovo prestito che si va a richiedere con cessione del quinto, proprio per non avere ulteriori pensieri e riuscire a restituire tutto senza alcun problema e senza particolari complicazioni.

Come richiedere un prestito con cessione del quinto  – Pensionati Enasarco

Ogni pensionato regolarmente iscritto all’ente Enasarco può richiedere un prestito con cessione del quinto presso qualsiasi istituto finanziario. Esistono però delle particolari finanziarie che hanno stabilito degli accordi e delle particolari convenzioni con la Fondazione Enasarco e offrono, quindi, a chi ne fa richiesta, delle condizioni molto più vantaggiose rispetto a degli enti normali e non convenzionati.

Ottenere un finanziamento è molto semplice. Basta recarsi presso l’istituto finanziario prescelto portando:

– documento di identità e codice fiscale;

– documentazione relativa alla pensione (cedolino, ecc.);

certificato di quota cedibile che sta ad indicare il massimo della quota che ogni pensionato può utilizzare, in base al valore della sua pensione.

Questo certificato può essere richiesto direttamente presentandosi in una delle sedi Enasarco, via e-mail o per mezzo raccomandata. Solitamente dalla richiesta, l’Enasarco impiega circa 60 giorni per rilasciare il documento.

Marco

Puoi leggere anche

Leggi anche x