L’apertura al trading online di FXCM

Avvicinarsi al trading online è un’operazione con i suoi pro e i suoi contro, che però dimostra, in maniera pressoché indiscutibile, quanti passi in avanti siano stati compiuti da un settore finanziario noto per la sua eccessiva linearità, vuoi per la poca informatizzazione, vuoi per la scarsa presenza degli attori in gioco.

consigli-trading

Attraverso una rinnovata accessibilità multimediale, enfatizzata a sua volta da interattività strumentale senza precedenti, il trading online ha conquistato il cuore di qualunque trader, dal più esperto al meno navigato, proponendo vantaggi, bonus e sfide appassionanti in grado di soddisfare, chi più chi meno, le molteplici esigenze clientelari del momento.

Per consultare la lista dei broker migliori vai su: http://www.mercati24.com/lista-dei-migliori-broker-2013/.

Le insidie del trading

Per quanto possa apparire favoloso e a dir poco allettante, il trading online cela numerose insidie che è possibile superare solo ed esclusivamente con un bagaglio di conoscenze teoriche e pratiche di tutto rispetto. L’esperienza sul campo, unita ad una predisposizione per gli affari, consente a qualunque utente di mettersi in gioco risultando vincitore in ogni asset merceologico sul quale ha deciso di investire. Un’attività laboriosa, è vero, ma che può contare anche sul supporto informatico dei broker online, piattaforme di intermediazione finanziaria specializzate nella trattazione degli strumenti del trading e nella proposizione di una vasta gamma di servizi telematici.

L’ultimo arrivato della categoria risponde al nome di FXCM, celeberrimo broker statunitense che, dopo anni di successi nel settore delle valute e delle materie prime, ha deciso di aprirsi al trading online garantendo ai propri clienti, vecchi o nuovi che siano, un’incredibile quantità di asset legati, soprattutto, ai pacchetti azionari quotati sui listini europei e americani. Sempre in materia di trading online, non va affatto tralasciata il nuovo ed efficiente modello commissionale per il Forex, il quale determina una riduzione del 55% dei costi di transazione su quattordici cross valutari. Insomma, un benefit da leccarsi i baffi.

Al di là dei ragguardevoli vantaggi descritti sino ad ora, che interessano la stragrande maggioranza dei broker online attuali, va ricordata la propensione  per la formazione continua di alcune piattaforme finanziarie, le quali mettono in campo un gigantesco catalogo di sistemi multimediali collaterali in grado di perfezionare l’approccio finanziario di qualunque utente.

Redazione

Puoi leggere anche

Leggi anche x