I sette Re di Roma: quali sono stati, periodo in cui sono vissuti

I sette Re di Roma: quali sono stati, periodo in cui sono vissuti

Durante le prime lezioni di storia sarà certamente capitato di studiare tutti e sette i Re che hanno governato su Roma e se alcuni possono essere ricordati con facilità, altri sono ricordati con i soprannomi che usavano. Statue e vari racconti mitologici sono stati costruiti intorno a loro per renderli ancora più grandi, forti e anche giusti negli ordini che hanno dato, paesi che hanno conquistato e soprattutto nemici che hanno sconfitto. Questo piccolo elenco aiuterà in una ricerca facile e veloce nel ricordare tutti e sette compresi i nomi.

Quali sono stati?

  • Romolo: era il gemello di Remo, si dice che siano i figli del Dio della guerra Marte (Ares per i Greci) e di una donna che li dovette abbandonare chiamata Silvia Rea, furono salvati e allattati da una lupa (in realtà li ha trovati e cresciuti una prostituta). Diventò Re di Roma dopo aver ucciso il fratello Remo che era colpevole di aver oltrepassato il confine sacro con tanto di armi,
  • Numa Pompilio: divenne il secondo Re di Roma dopo la morte do Romolo anche se per un periodo di tempo i Senatori ebbero il governo sulla città. Le sue origini erano sabine, ed era un grande esperto di leggi divine. Inoltre era anche il cognato di Romolo.
  • Tullio Ostilio: diventò il terzo Re romano dopo Numa, era famoso perché il nonno aveva combattuto nella guerra tra i Romani contro i Sabini e fu scelto come re per le sue discendenze e origini romane.
  • Anco Marzio: fu il quarto Re di Roma dopo la morte di Tullio Ostilio, era il nipote diretto di Numa e lo si riconosce dal fatto che ha ripristinato la pace sul popolo romano rimettendo le leggi sacrali per governare sotto la pace anche se alcuni scritti raccontano che fu lui a incaricare dei sicari ad assassinare il Tullio perché ambiva al potere e a regnare su Roma.
  • Lucio Tarquinio Prisco: diventò il quinto Re romano dopo la morte di Anco Marzio. Alcuni scritti su di lui narrano che era Greco e viveva inizialmente a Tarquinia, quando decise di andare a Roma e cambiare il suo nome.
  • Servio Tullio: fu il sesto Re di Roma dopo l’assassinio di Lucio Tarquinio, succedette al trono grazie alla moglie di Lucio Tarquinio Prisco.
  • Lucio Tarquinio: fu il settimo e ultimo re di Roma, era il genero di Servo Tullio perché prima sposò la figlia primogenita e poi la seconda.

Periodi in cui sono vissuti

  • Romolo: nato nel 771 a. C., divenne re dall’anno 753 fino al 716 a.C., costruì la città di Roma su uno dei sette colli chiamano Palatino. Formò il Senato e provocò anche la guerra contro i Sabini dopo che rubò tutte le donne nel corso della notte, ha anche istituito il primo Calendario romano che era costituito solo da 10 mesi.
  • Numa Pompilio: nato nel 754 a. C., governò dall’anno 715 fino al 673 a. C., è noto per le riforme che ha istituito su Roma anche in ambito religioso e, dato che i culti erano molti, decise di unificarli per eliminare le divisioni tra i popoli. Nominò un terzo sacerdote le per il dio dei Sabini chiamato Quirino e anche lui modificò il calendario inventato da Romolo e da 10 mesi li fece diventare 12 con 355 giorni.
  •  Tullio Ostilio: non si sa quando nacque ma fu Re di Roma dal 672 fino al 641 a.C. è noto anche per l’arte della guerra e le discipline militari che istituì per l’esercito romano, fece molte guerre e conquistò territori anche fuori dalla città di Roma, passò molti anni a combattere e a conquistare per ampliare il suo regno. Sulle cause della more ci sono due storie, una in cui morì a causa della peste e quando pregò Giove per salvarsi in risposta gli arrivò un fulmine dal cielo che lo uccise. L’altra invece fu assassinato dai sicari di Anco Marzio.
  • Anco Marzio: non si sono trovate tracce della sua nascita tranne per gli anni in cui governò sulla città romana, dal 641 al 616 a. C. governò sia in pace per le regole di Numa che continuando a conquistare altre terre. Inoltre sotto il suo regno realizzò molte opere architettoniche come la via Ostiense, le prigioni e il primo ponte in legno sul Tevere.
  • Lucio Tarquinio Prisco: non si sa quando nacque ma che prima di governare su Roma, era diventato prima amico e poi consigliere fidato di Anco Marzio. Regnò dal 616 fino al 579 a. C. fu eletto dal popolo grazie al fatto che fu adottato da Anco Marzio ed era anche il fidato protettore dei suoi figli. Divenne famoso per aver raddoppiato il numero dei soldati romani, riformò lo Stato e aumentò pure i membri dell’assemblea centuriata. Fu ucciso dal figlio primogenito di Anco Marzio perché riteneva che aveva usurpato il trono ma non venne eletto perché i suoi piani furono scoperti dalla moglie di Lucio.
  • Servio Tullio: non si sa l’anno della sua nascita ma da quando fu eletto dal popolo a diventare il nuovo re, dal 578 fino al 539 a. C., era anche genero di Tarquinio Prisco dato che sposò sua figlia e la suocera organizzò questo complotto. Durante il suo comando espanse la città e contribuì a costruire vari templi dedicati agli Dei Romani.
  • Lucio Tarquinio: governò su Roma dal 353 fino al 509 a. C., fu chiamato da tutti come “il Superbo” perché assunse con forza il trono spodestando Servio Tullio, creò un regime violento governando in modo tirannico il popolo Romano e incanalando l’odio sui plebei.

Federica

Puoi leggere anche

Leggi anche x