Giovani talenti calcio: come scoprirli e quali sono i più famosi al momento?

Giovani talenti calcio: come scoprirli e quali sono i più famosi al momento?

Il calcio è uno degli sport più amati in assoluto, soprattutto in Italia. Moltissime sono, infatti, le persone che lo seguono con costanza e supportano le loro squadre del cuore, sostenendole anche dal vivo, ossia in campo, mentre disputano una partita.

I calciatori sono ormai, personaggi famosi, di cui si conosce tutto: seguiti non solo sul green, cavalcano spesso l’onda del gossip e quindi sono noti anche per la loro vita privata.

Se da un lato ci sono loro, i professionisti del pallone, dall’altro lato ci sono i giovani talenti, dei ragazzi spinti dalla forte passione, che si allenano con la speranza di farsi notare e passare a un livello calcistico avanzato, quello disputato a livello professionistico.

Individuare un giovane talento nel calcio significa osservare bene i ragazzi emergenti, quei giovani che spesso disputano partite a livello provinciale o regionale, spingendo in ogni caso per giungere più in alto. Si potrebbe pensare che scovare giovani talenti non sia un’operazione semplice: la gavetta è tanta e questi ragazzi approcciano al calcio, in genere, già dalla tenera età. L’audacia, la determinazione e la grinta sono prerequisiti fondamentali, ma da sole non bastano: occorre tecnica, abilità e consapevolezza delle proprie capacità.

Come si scoprono i talenti giovani nel calcio e quali sono i più conosciuti al momento

Il calcio è dedizione, sacrificio e impegno. Per giocarlo e vincere le partite non occorre solo saper calciare bene un pallone, ma occorrono anche testa e cuore. I giovani che provano ad inserirsi nel mondo del calcio lo sanno bene. Per loro la strada è ancora lunga e il futuro alquanto incerto, ma non devono arrendersi se vogliono diventare dei giovani talenti ed essere scoperti. Dalle parole del ricercatore di talenti Luigi Esposito, uno dei più famosi in Italia, emergono chiaramente le caratteristiche che identificano un campione, anche se molto giovane. Nei punti chiave individuati da Luigi Esposito, si dà un’importanza secondaria alle caratteristiche fisiche. Ad esempio, l’altezza è un buon parametro, ma da sola non assicura un talento. Occorrono, infatti, determinazione, audacia, coordinazione, spirito di squadra e la capacità mentale, prima che fisica, di dominare la palla in campo.

Luigi Esposito sottolinea l’importanza del crederci sempre. Spesso, infatti, il momento più complesso per la carriera di un giovane calciatore avviene con il passaggio da una società dilettantistiche a quelle professionistiche. L’allontanamento dalla famiglia d’origine, le nuove difficoltà e spesso un senso di inadeguatezza, possono infatti spingere molti ragazzi giovani, ad abbandonare il loro sogno.

Tra i giovani prodigi non possiamo non annoverare lui, Erling Haaland, un giocatore di 20 anni che vale già 60 milioni di euro, che da gennaio gioca nel Borussia Dortmund. Altro giovane di successo è William Saliba, un ragazzo militante nell’Arsenal, per molti destinato a diventare uno dei più forti difensori al mondo. Infine, bisogna menzionare Rodrygo, militante nel Real Madrid, un giovane di soli 19 anni che è riuscito a segnare una tripletta contro il Galatasaray, nella Champions League 2019. Essere un giovane talento a livello calcistico significa saper disputare una partita, mantenendo un controllo sulla palla che è mentale prima che fisico.

Rosy

Puoi leggere anche

Leggi anche x