Garcinia Cambogia, proprietà, benefici ed effetti collaterali

Garcinia Cambogia, proprietà, benefici ed effetti collaterali

Negli ultimi anni si è sentito molto parlare della Garcinia Cambogia, una pianta che produce frutti ritenuti dei veri e propri gioielli di benessere. In particolare ai frutti della Garcinia Cambogia viene attribuita un’azione brucia grassi e di deflazione dell’appetito.

La Garcinia Cambogia consiste in una pianta di piccole dimensioni che si trova in India, Vietnam ed in Cambogia. I frutti assomigliano a delle piccole zucche e sono consumati in genere freschi dalla gente del luogo. La Garcinia Cambogia ha una buccia che contiene un principio, l’acido idrossicitrico, che blocca la molecola precursore della sintesi di colesterolo ed acidi grassi nel corpo. In parole povere, questo elemento permette di ridurre la concentrazione di grassi nel corpo. Ecco perché dalla buccia della Garcinia Cambogia vengono estratti i succhi che sono poi utilizzati per la produzione di integratori e di prodotti per perdere peso. Ma prima di assumere in modo sconsiderato questo prodotto, è bene sapere quali sono gli effetti della Garcinia Cambogia, quali le dosi da assumere e se ci siano o meno degli effetti collaterali connessi al consumo.

Dal punto di vista degli effetti benefici ci sono pochi dubbi: la buccia della Garcinia Cambogia permette infatti di dimagrire, grazie a quel meccanismo che inibisce la metabolizzazione e trasformazione degli zuccheri in grassi.

La Garcinia Cambogia ha proprietà anoressizzanti, cioè combatte lo stimolo della fame, ed ha anche un’ottima azione contro la cellulite ed in generale contro la formazione di grassi in località bene precise nel corpo.

Per quanto riguarda la tiroide, la Garcinia Cambogia permette un allenamento del metabolismo e della produzione di ormoni.

Inoltre la Garcinia Cambogia abbassa anche i livelli di colesterolo e quindi è utile per trattare l’ipertensione.

Quanta dose di Garcinia Cambogia si può assumere? Dipende da come la si assume, in primis. Se si acquistano delle capsule, si devono seguire le indicazioni previste sul foglietto illustrativo senza superarle.

La tintura madre di Garcinia Cambogia che si trova in farmacia va assunta in 30 gocce due o tre volte al giorno.

L’estratto secco invece si usa sotto forma di tisana.

Attenzione, la Garcinia Cambogia se se ne abusa può comportare degli effetti collaterali. In primo luogo diarrea, epatite (secondo un meccanismo che ancora non è stato chiarito, la Garcinia Cambogia potrebbe determinare l’accumulo di collagene nel fegato). L’assunzione del prodotto non è consigliata in gravidanza ed allattamento, per gli sportivi e se si assumono dei farmaci ipercolesterolemizzanti.

Marco

Puoi leggere anche

Leggi anche x