Celosia: cos’è, caratteristiche e come coltivarla

La celosia sicuramente una tra le piante più belle che è possibile trovare in commercio i suoi colori sgargianti è particolarmente scenografici la fanno immediatamente diventare la regina della casa. Questa pianta è anche conosciuta con il nome “ cresta di gallo ” per via della sua forma particolare, ama i climi mediamente saldi zone soleggiate, ma è possibile coltivarla anche in inverno dandole il giusto calore. La celosia, fa parte della famiglia delle amarantacee, piante originarie dell’America del Nord dell’Africa ma anche di alcune zone dell’Asia.

Caratteristiche

Come già accennato in precedenza, questa particolare pianta è molto apprezzata per le sue forme coniche e per i suoi colori sempre molto sgargianti ed appariscenti; a seconda delle specie  le sue caratteristiche possono variare ma non di molto, esistono più di 60 specie appartenenti a questa famiglia ma le più diffuse sono la celosia argentea cristata, la celosia Caracas ed infine la celosia argentea plumosa chiamata così per il suo aspetto  che ricorda molto delle morbide piume.

Questa bellissima pianta predilige i climi caldi e si trova particolarmente a suo agio nelle zone in cui il clima è di tipo Mediterraneo; ama in estate essere posizionata in pieno sole, anche se è comunque importante proteggerla e ripararla poiché la costante esposizione ai raggi solari potrebbe debilitare la pianta. Le temperature perfette sono quelle che si aggirano intorno ai 20 gradi e dunque nella stagione fredda è importante posizionarla all’interno dell’abitazione.  Aborra i terreni molto duri bensì il suo terreno ideale è morbido e particolarmente drenato.

Come coltivarla

Date le particolari esigenze della pianta nel periodo invernale è consigliabile coltivarla in vaso nonchè molto importante la predisposizione nel vaso poiché sul fondo andrà adagiata della ghiaia che servirà a drena e così ad evitare inopportuni ristagni d’acqua. Il terriccio da utilizzare durante l’invaso della celosia dovrà essere morbido e sabbioso possibilmente mescolato a della torba o a del compost. Se invece si sceglie di posizionarla libera in giardino sarà importante lavorare bene il terreno e fertilizzarlo con delle sostanze nutritive apposite.

La modalità di coltivazione più utilizzata è quella attraverso il seme e la semina avviene solo in semenzaio, generalmente all’inizio della stagione primaverile, utilizzando lo stesso tipo di terreno che verrà utilizzato per l’invaso. Non appena la pianta inizierà a germogliare e raggiungerà i 10 cm di altezza, potrà essere trapiantata e spostata in vasi singoli.

Se invece si volesse piantare la celosia in un luogo che sia la sua dimora permanente, sarà preferibile aspettare che la piantina raggiunga i 20 cm di altezza. Se correttamente accudita la celosia può dare i primi fiori già dopo i 2 mesi. Per quanto riguarda la concimazione è importante utilizzare dei fertilizzanti appositi per questa pianta; l’innaffiatura varierà a seconda del periodo poiché nella stagione calda si dovrà solamente tenere il terreno lievemente umido.