Cap Bollate: dove trovarlo e come si scrive

Cap Bollate: dove trovarlo e come si scrive

Il Comune di Bollate è una piccola realtà situata in provincia di Milano, nella regione Lombardia. Il singolare nome associato a questa città è da attribuirsi probabilmente alla parola celtica “beola”, ossia betulla, o a quella latina “bula”, che significa pozza d’acqua.

Qualsiasi sia l’origine reale del nome, il Comune di Bollate si distingue per la presenza massiccia di betulle, così come di fontane distribuite su tutto il territorio, quindi le due ipotesi sono entrambe probabili. Il Comune di Bollate rientra nell’elenco degli 11 comuni che formano il Parco delle Groane, un’area verde protetta esistente dal 1976, di oltre 8.000 ettari.

Bollate: qual è il suo cap e come trovarlo

Il Comune di Bollate è identificato, così come qualsiasi altro comune italiano, da uno specifico codice di avviamento postale, reperibile online o sulle Pagine Bianche. Il codice di avviamento postale, è una stringa alfanumerica, ossia costituita da numeri e/o lettere, utile per identificare un preciso destinatario in una determinata porzione geografica di territorio. I cap italiani sono sempre espressi con 5 caratteri. Nel caso del Comune di Bollate, il cap è infatti 20021. I bollatesi, ossia gli abitanti di questa città, inseriscono questo numero per precisare il proprio indirizzo. Allo stesso tempo, il codice di avviamento postale è necessario per una corretta ricezione della posta e di pacchi postali poiché permette di evitare errori di omonimia.

Codice di avviamento postale: un po’ di storia

Il codice di avviamento postale è stato ideato in Germania, proprio per evitare possibili fraintendimenti durante la consegna della posta, mentre in Italia è stato introdotto nel 1967. Inizialmente, a ciascuna regione era stato associato un codice per identificare le diverse aree territoriali, le cosiddette regioni postali, che contenevano province confinanti tra loro a prescindere dalla loro regione, poiché all’epoca non erano ancora state istituite.

I numeri attribuiti vanno da 0 a 9, alla Lombardia è associato il numero 2, alla Campania, al Molise e alla Calabria il numero 8, al Veneto il numero 3, alla Sicilia il numero 9, al Piemonte il numero 1, all’Emilia Romagna e alla Repubblica di San Marino il numero 4, alla Toscana il 5, alla Puglia il 7 e all’Abruzzo e alle Marche il 6. Ciascuna spartizione ha poi seguito delle personalizzazioni in base alle province, e i capoluoghi di provincia hanno un codice di avviamento postale che termina sempre con 100.

Codice di avviamento postale: perché è importante conoscerlo

Conoscere il codice di avviamento postale di una determinata località permette di individuare con precisione il destinatario della posta o della consegna di un pacco, senza il rischio di cadere in qualche errore, a causa di possibili omonimie, favorendo il lavoro di corrieri e postini che devono attraversare il territorio per effettuare le consegne previste. Questa semplice stringa alfanumerica è davvero necessaria per identificare in modo univoco una persona, evitando mancati recapiti o di fare confusione sui possibili destinatari. Per conoscere il codice di avviamento postale di una determinata località, basta navigare in Internet e compiere una ricerca mirata. Con un semplice click è possibile accedere a molteplici risultati che sapranno indicarvi il codice di avviamento postale richiesto.

Rosy

Puoi leggere anche

Leggi anche x