Cadiprof: cos’è, come si usa, come chiedere rimborsi

Cadiprof: cos’è, come si usa, come chiedere rimborsi

Il Cadiprof è la Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori degli studi professionali, che permette a quest’ultimi di usufruire di un piano sanitario, delle convenzioni ed un pacchetto familiare, che comprende l’odontoiatria.

Chi può usufruire del Cadiprof e cosa offre?

In base al suo Statuto, il Cadiprof ha come scopo di gestire i trattamenti sanitari integrativi dei soggetti beneficiari e dei loro familiari, a cui viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro degli Studi Professioni.

I cosiddetti beneficiari, quindi, sono i soggetti individuati dal CCNL degli Studi Professionali, che siano iscritti alla Cassa.

Ad occuparsi della gestione del piano sanitario, compresi i rimborsi e le convenzioni, sono affidate a società leader che operano nell’assistenza sanitario integrativa.

Le convenzioni, comprendono:

  • analisi cliniche specifiche, come gli esami per l’HIV o gli anticorpi;
  • i test prenatali non invasivi;
  • la procreazione medicalmente assistita;
  • la conservazione di cellule staminali del cordone ombelicale;
  • i test genetici, come l’analisi del DNA;
  • l’assistenza familiare, anche tramite dei pacchetti famiglia, che sono a favore della maternità o a favore del lavoratore e di specifiche categorie familiari, come figli di età pediatrica o parenti come genitori o figli che hanno delle disabilità.

Vantaggiose sono anche le offerte in campo odontoiatrico, soprattutto per quanto riguarda le protesi fisse e i trattamenti per i ragazzi dai sei a quattordici anni.

Come chiedere i rimborsi

I rimborsi si possono richiedere tramite dei moduli, da inviare a CADIPROF c/o UniSalute S.p.A. Rimborsi Clienti – c/o CMP BO 40131 Bologna BO, allegando altri documenti come:

  • una copia della cartella e della documentazione clinica completa della scheda di dimissione ospedaliera, in caso di interventi in ospedale, chirurgi o ambulatoriali, che siano conformi all’originale;
  • una copia delle prescrizioni contenenti patologie presunte o accertate dal proprio medico, in caso di visite, analisi o altre prestazioni diagnostiche extra;
  • una copia fotostatica della documentazione relative alle spese, come fatture, ticket, ricevute, etc;
  • una copia dell’ultimo versamento dello stipendio.

I moduli sopracitati, sono disponibili online, in formato pdf, divisi per area amministrativa e prestazioni. La prima, comprende dei moduli d’iscrizione, nonché lo statuto del Cadiprof e le circolari più importanti, mentre il secondo i moduli per le prestazioni vere e proprie, da quelle convenzionate e previste nel piano sanitario a quelli per i pacchetti familiari. Ad esempio, tra i moduli del pacchetto famiglia sono compresi l’autocertificazione sullo stato di famiglia, le attestazioni dei vaccini, il modulo rimborso per le prestazioni psicologiche ed il modulo rimborso per il pacchetto famiglia.

Marco

Puoi leggere anche

Leggi anche x